Blog di Jeanfilip

Arte, Pittura Astratto-Informale

Pubblicazioni Commenti


Testo Critico Dott.ssa Valeria S. Lombardi

19 marzo, 2009 (12:34) | Critica, Testo Critico Dott.ssa Valeria S.Lombardi



Jeanfilip sembra essere uno di quei rari artisti che solcando le differenti periodi artistici del suo iter vitale è riuscito in essi, sempre a costituire stagioni pittoriche concrete, che l’hanno cosìfatto crescere pittoricamente parlando.

La stranezza a voluto che Jeanfilip iniziasse con il figurativo, certo sempre ben scandito, controllato, ma in esso si preannunciava già che la strada di questo grande pittore dovesse incanalarsi verso ambiti più aulici, manifestando appieno, tutte le sue emozioni più interiori, costituendo e rendendo così anche una sorta di autentica alchimia cromatica che svolazza, che ridende si proietta con garbo a noi quasi danzante. Tutto questo è ben ravvisabile nel periodo definito delle “Lavagne” solchi di colore, che vengono non scelti , ma dettati sul momento creando veri capolavori pittorici ricchi di dovuta grazia e riconoscenza.

In essi quasi per certi versi si ritrova venature già espresse dal grande Burri, ma anche certi tasselli all’arte propria concettuale.

Jeanfilip non si sofferma a lungo, su quello che ha così tenacemente raggiunto, ma si immette, nuovamente inforcando i pennelli e genera nuovamente opere che però sembrano riportare , richiamare gli albori della pittura di Jeanfilip ovvero scene astratte ben modulate con  la presenza di esili figure.Nel trittico in specifico sembra quasi rammentare un’opera di Lorenzo  Viani, per quel connubbio corale di figure.

Porrei però maggior attenzione invece vero opere quelle dai titoli “Acqua” “La via dell’ocra” dove l’aspetto figurativo seppur presente, sembra diafano, volteggiante e si ritrova ampiamente e nuovamente quella genesi innata dell’artista che riesce a regalare stupore, incredulità a tantaabilità pittorica.

 Ma se si è ancora in grado di volersi soffermare sull’arte di questo grande interprete dell’arte contemporanea è giusto soffermarci sul capolavoro dal titolo”Riflessi Blue”:un’autentico dipinto che regala, nuove trascrizioni, nuovi momenti di riflessione pittoriche, nuovi raggiungimenti per questo eccellente artista.Valeria s.LombardiDott.ssa storia dell’arte contemporanea.

 

Riflessi Blue cm 40×160 tecnica mista su tela anno 20082008-riflessi-blue-cm40x160_2.jpg

«

  »

Scrivi un commento

Devi essere autenticato per inserire un commento.